D.M.A.E.

definizione

Acronimo di di-metil-amino-etanolo, noto anche col nome di deanolo o di di-metil-etanol-amina (D.M.E.A), è un composto organico con la seguente formula di struttura (CH3)2NCH2CH2OH.

possibili benefici

Analogo della colina che viene direttamente impegnato nella sintesi di acetilcolina sia a livello epatico sia a livello cerebrale; attraverso processi di fosforilazione e metilazione, viene trasformato in fosfatidilcolina, un fosfolipide importante per la struttura delle membrane nervose, in quanto la sua presenza ne migliora la fluidità e la permeabilità, oltre a preservarne la struttura e la funzione: per questo è utilizzato per l’azione neuroprotettiva ed antiossidante, potendo essere considerato un nootropo ed uno smart food utile anche nella prevenzione dei fenomeni di aging cerebrale.

Gran parte dei benefici ottenibili dal D.M.A.E. sono riconducibili all’essere un precursore dell’acetilcolina, conferendogli un’azione assimilabile alle smart drugs in quanto questo neurotrasmettitore, agendo a livello centrale, è in grado di controllare l’attività di diverse aree cerebrali come quelle coinvolte nella memoria.

Di conseguenza gli effetti del D.M.A.E. sarebbero il potenziamento della memoria, soprattutto in soggetti sottoposti a processi di senescenza e al progressivo danneggiamento neuronale; miglioramento della concentrazione e dell’attenzione, soprattutto in chi è sottoposto a costanti stressor di natura psico-fisica o somato-emozionale.

La sua azione sembra estendersi a facilitare l’addormentamento ed il riposo notturno, la riduzione delle manifestazioni di discinesia ripetitiva e dei movimenti involontari presenti in alcune condizione morbose, di interesse neurologico; il D.M.A.E. sembra in grado di rallentare la perdita della memoria, grave e progressiva, che si osserva in alcune patologie neurodegenerative come il morbo di Alzheimer, proprio per la perdita della normale funzionalità dei neuroni colinergici.

Si sono osservati anche un incremento del grado di attenzione associato alla riduzione dell’impulsività e dell’iperattività in bambini affetti da disturbo da deficit di attenzione ed iperattività (A.D.H.D.).

effetto antiaging

Oltre agli  effetti neuroprotettivi, il D.M.A.E. viene spesso preso in considerazione per le potenzialità antiaging, in quanto è stato dimostrato che il suo uso topico possa migliorare sensibilmente l’aspetto del volto, ringiovanendolo attraverso un  appiattimento delle rughe frontali, una riduzione dei solchi perilabiali e dei segni periorbitali, in associazione ad una maggiore densità cutanea e ad una migliore luminosità del viso: l’effetto antiaging sul derma e sull’epidermide sembra dovuto, oltre all’azione colinergica, anche ad una modesta attività antinfiammatoria.

effetti collaterali e precauzioni

In caso di assunzione di elevate quantità di D.M.A.E., l’azione colinergica potrebbe determinare l’insorgenza di effetti collaterali quali stitichezza, prurito, mal di testa e cefalee, sonnolenza, insonnia, sogni vividi, stato di confusione, depressione, ipertensione e discinesie dei muscoli del volto: l’incidenza di tali reazioni avverse risulterebbe direttamente proporzionale al dosaggio utilizzato e alle tempistiche di assunzione.

Al momento non si conoscono gli effetti dell’assunzione in  gravidanza e nell’allattamento, pertanto, per motivi prudenziali se ne sconsiglia l’uso; soggetti affetti da gravi patologie neuro-psichiatriche dovrebbero utilizzare con attenzione il D.M.A.E., per la possibilità di esacerbazione della sintomatologia, così come è consigliabile astenersi dall’uso quando si assumano farmaci colinergici o anticolinergici, visto l’elevato rischio di interazioni farmacologiche degne di nota.

« all'indice del glossario