galattosio

definizione

Zucchero semplice, appartenente alla famiglia dei monosaccaridi, che presenta lo stesso numero di atomi del glucosio, sebbene questi siano orientati a formare una diversa struttura, avendo formula bruta C6H12O6: infatti viene definito un epimero di tipo aldoso destrogiro de glucosio, uguale nella composizione e nella struttura, ma che presenta nel quarto carbonio della catena alifatica (C4) una differente posizione del gruppo idrossile (-OH).

In natura difficilmente il galattosio è presente sotto forma di elemento singolo, dal momento che è generalmente legato al glucosio per formare il lattosio: nel corpo umano è prodotto in piccole quantità a partire dal glucosio e può essere ricavato dalla scissione del lattosio per mezzo di un enzima (idrolasi) denominato lattasi, fondamentale per scindere in glucosio e galattosio i legami del lattosio; nell’organismo, la maggior parte del galattosio ha un’origine alimentare e viene utilizzato per la sintesi di polimeri complessi, oltre che nella lattazione.

Tra gli alimenti ricchi di galattosio compaiono diversi prodotti caseari come formaggi e yogurt, ma anche alcuni legumi, noci, cereali e verdure: quando la quantità di galattosio introdotta con gli alimenti supera i bisogni dell’organismo, viene utilizzato per produrre energia, dopo essere stato convertito in glucosio.

L’assorbimento del galattosio avviene a livello intestinale attraverso meccanismi comuni a quelli del glucosio; una volta assorbito passa nel fegato dove può andare incontro a due diversi destini metabolici: all’interno del fegato, il galattosio viene convertito in glucosio grazie all’intervento di diversi enzimi quali l’epimerasi, e la galatto-chinasi ed utilizzato per la glicolisi come altri zuccheri quali il fruttosio e il destrosio

Il galattosio risulta un importante componente delle membrane cellulari dove va a legarsi alle proteine per costituire le glicoproteine, o ai lipidi per dar luogo a gangliosidi e galattocerebrosidi, presenti a livello del sistema nervoso: è un componente essenziale per la formazione della guaina mielinica, il rivestimento che avvolge le fibre nervose fondamentale per la conduzione dell’impulso nervoso; un deficit di galattosio durante il periodo neonatale può interferire con la normale formazione della mielina ed essere quindi causa di gravi problemi neurologici.

Quando il galattosio si lega ai lipidi contribuisce a formare i glicolipidi tra cui si annoverano quelli presenti sulla superficie dei globuli rossi, responsabili della determinazione dei gruppi sanguigni della tassonomia AB0.

« all'indice del glossario