formula bruta

« all'indice del glossario

definizione

Detta anche formula grezza o formula molecolare, indica il tipo e il numero di atomi che costituiscono una molecola: la formula bruta di una specie chimica è una particolare formula chimica che fornisce informazioni sul numero e sulla natura chimica degli atomi che costituiscono la specie chimica in questione.

In una formula bruta la natura chimica degli atomi è indicata rappresentando gli atomi di uno stesso elemento chimico (cioè gli atomi aventi lo stesso numero atomico) con dei simboli (detti simboli chimici) costituiti generalmente da una o due lettere (o tre lettere nel caso di nomi provvisori degli elementi chimici artificiali), con la cui prima lettera è sempre maiuscola: per esempio il simbolo H corrisponde all’idrogeno, il simbolo Cl corrisponde al cloro e così via, utilizzando i simboli indicati nella tavola periodica degli elementi, ideata da Mendeleev nel 1869, per rappresentare gli elementi chimici.

A pedice di ciascun simbolo chimico contenuto in una formula bruta è indicato il numero degli atomi dello stesso elemento chimico contenuti nella specie chimica in esame; tale numero è chiamato “indice”: l’indice viene omesso se è pari a 1.

I simboli degli elementi chimici di una formula bruta sono in genere indicati in ordine di elettronegatività crescente; alcune eccezioni a tale regola sono l’idrogeno negli alcoli (che è indicato alla fine della formula accanto all’ossigeno, ad esempio: C2H5OH) e il carbonio nei composti organici (che è indicato all’inizio della formula, ad esempio: CH4), oppure nella formula bruta dell’ammoniaca (NH3), in cui l’azoto (N) è indicato prima dell’idrogeno (H), sebbene l’azoto abbia un’elettronegatività maggiore.

La formula bruta, rispetto alla formula di struttura, non è in grado né di rappresentare la struttura della molecola né di differenziare i suoi isomeri: ad esempio C6H12O6 è la formula bruta di tutti gli zuccheri esosi tra cui si ritrovano glucosio, fruttosio e mannosio, anche se non è sufficiente a distinguere un particolare tipo di esoso rispetto agli altri.

« all'indice del glossario