quercetina

Detta anche quercitina, è un bioflavonoide (tetraossiflavonolo) ad azione antiossidante, ubiquitariamente presente in una grande varietà di frutti, verdure, bevande come il tè o il vino rosso e in alcune piante medicinali quali l’ippocastano, la calendula, il biancospino, la camomilla, l’iperico, il levistico ed il Ginkgo Biloba; in natura, la quercetina non è presente nella forma isolata bensì come aglicone (la parte non zuccherina) di vari glicosidi, tra cui la rutina e quercitrina.

L’azione preventiva sui danni al sistema nervoso è esplicata dalla capacità di bloccare l’enzima aldolasi che induce l’accumulo di sorbitolo, a livello cellulare: tale azione induce anche effetti positivi nella prevenzione dei danni oculari e renali del diabetico; è in grado di ridurre le manifestazioni neuropatiche nel diabetico, oltre a prevenire il danno ossidativi della glicazione proteica ed a svolgere un’azione ipoglicemizzante.

Interviene nei fenomeni di perossidazione dei grassi e nel metabolismo del sorbitolo, prevenendo i danni oculari, nefrologici e neurologici; è stato osservata un’azione preventiva sull’insorgenza della cataratta; possiede azione antistaminica, antiossidante ed antinfiammatoria in grado si prevenire i danni ossidativi a livello vascolare.

« all'indice del glossario
Scroll Up