detossicazione epatica – fase I

definizione

Con il termine detossicazionedetossificazione

Fase I di detossicazione.

Le reazioni di Fase I dipendono principalmente dagli enzimi citocromo P450, ossidasi a funzione mista (CYP450). Tali enzimi aggiungono un gruppo funzionale al substrato (tossina), in genere un gruppo idrossilico (OH).

Quest’ultimo potrà ricevere un composto trasferito dagli enzimi di Fase II per far sì che la tossina acquisisca una idrosolubilità più accentuata, necessaria per la sua eliminazione.

Gli enzimi CYP450 si trovano essenzialmente nel reticolo endoplasmatico e nei  mitocondri. La Fase I si svolge prevalentemente a livello epatico, tuttavia si può osservare un’attività significativa dei CYP450 a livello di altri tessuti del corpo come la parete intestinale, i reni, i polmoni ed il cervello. I prodotti intermedi della detossicazione sono

spesso sostanze radicaliche pro-ossidanti in grado di provocare un danno cellulare, in particolar modo alle membrane o al DNA (11). Perché la detossicazione sia efficace e avvenga senza effetti collaterali è dunque essenziale che la Fase II segua la Fase I in modo da non accumulare sostanze reattive.

Determinate predisposizioni genetiche combinate con l’esposizione a sostanze tossiche (fumo, alcol…) possono aumentare lo squilibrio fra una Fase I troppo attiva e una Fase II insufficiente. Ciò può determinare l’accumulo di sostanze reattive intermedie deleterie.

« all'indice del glossario