Lentinula Edodes

definizione

Fungo basidiomicete, di origine asiatica, della famiglia Omphalotaceae, chiamato anche con il nome Shiitakeattualmente è il secondo fungo commestibile più consumato al mondo.

Il termine lentinula deriva dal latino léntus tenace, pieghevole, elastico, mentre l’epiteto edodes proviene dal greco ἐδωδή (edodé → cibo, alimento) e sottolinea la sua commestibilità; il termine Shiitake (椎茸) significa, in giapponese, «fungo della quercia», da shii, che è il nome comune della Castanopsis Cuspidata, albero simile alla quercia, e take, ossia fungo.

Questo fungo cresce sul tronco delle latifoglie e delle querce in particolare: il cappello, circolare o reniforme, in genere si presenta con varie tonalità di marrone con striature e chiazze più chiare potendo arrivare anche a 12 centimetri di diametro, ed è di forma convessa con un umbone tendenzialmente poco marcato; assieme al cappello è il gambo, spesso di forma eccentrica, tozzo e resistente, a connotare questa tipologia di funghi: il gambo è striato e bianchiccio tendente all’ocra.

proprietà e indicazioni

Il Lentinula Edodes viene utilizzato da secoli nella medicina popolare cinese ed ha perciò stimolato numerosi studi scientifici che ne hanno confermato diverse proprietà benefiche: molte delle sue proprietà nutritive derivano dalla presenza di amminoacidi essenziali, di ergosterolo, di alcune vitamine del gruppo B, di potassio, zinco e ferro e da un beta-glucano chiamato lentinano.

Ricco di proteine, con nove amminoacidi essenziali, contiene sostanze che favoriscono il controllo della pressione arteriosa, la riduzione del livello di colesterolo, il rafforzamento del sistema immunitario e l’inibizione dello sviluppo di tumori, virus e batteri; il Lentinula Edodes contiene un inibitore della proteasi e riduce l’aggregazione delle piastrine.

« all'indice del glossario
Scroll Up