incretina

definizione

Sostanza ormonale proteica, prodotta dal tratto gastroenterico, che attraverso diversi meccanismi complessi regola l’omeostasi del glucosio in risposta a un pasto: le incretine più importanti sono due: il GIP, (Gastric inhibitory peptide), prodotto dalle cellule K del duodeno, e il GLP‑1, GLP-1 (Glucagon-like peptide 1), prodotto dalle cellule L dell’ileo/colon; entrambe hanno un proprio recettore e vengono rapidamente degradate da un enzima chiamato dipeptidil-peptidasi (DPP-4).

Questi ormoni, secreti dopo i pasti, specialmente il GLP-1, hanno la funzione di controllare la glicemia attraverso differenti modalità:  aumentando la biosintesi e la secrezione di insulina da parte delle cellule beta del pancreas (solo se indotta dalla presenza di glucosio, riducendo il rischio di ipoglicemia) ed, al contempo, diminuendo la secrezione di glucagone inibendo le cellule alfa del pancreas; diminuendo la secrezione di acidi grassi, rallentando la motilità e, di conseguenza, lo svuotamento gastrico. rendendo più “soft” la curva glicemica postprandiale e diminuendo l’appetito;

GIP e GLP-1 migliorano la sensibilità insulinica; dei tessuti periferici, riducono l’introito alimentare e soprattutto mostrerebbero un effetto trofico sulle ß-cellule del pancreas, aumentando la massa β cellulare e migliorando la funzione β-cellulare.

« all'indice del glossario