candidosi

definizione

Detta anche candidiasi o, talvolta, moniliasi, è un’infezione da funghi del genere Candida, di cui la Candida Albicans è il più comune: la candidosi della bocca è volgarmente chiamata mughetto; quando si parla di candidosi solitamente si intendono le infezioni che vanno dal livello superficiale, come ad esempio il mughetto orale e le vaginiti, a quelle sistemiche potenzialmente mortali (candidemia) anche se queste ultime sono solitamente limitate alle persone gravemente immunocompromesse, come i malati di cancro, i trapiantati, gli affetti da AIDS così come i pazienti non traumatici sottoposti a intervento chirurgico di emergenza.

Le infezioni superficiali della pelle e delle membrane mucose causate dalla candida sono responsabili di infiammazioni locali e di sensazioni di disagio in molte popolazioni umane: la malattia è sempre chiaramente imputabile alla presenza degli agenti patogeni opportunisti del genere Candida, ma la candidiasi descrive un numero di sindromi patologiche diverse che spesso differiscono nelle loro cause e nella prognosi; caratterizzata da lesioni mucocutanee e, a volte, infezioni focali in molteplici sedi, i sintomi dipendono dalla sede di infezione e comprendono disfagia, lesioni cutanee e mucose, cecità, sintomi vaginali (prurito, bruciore e perdite), febbre, shock, oliguria, blocco renale e coagulazione intravascolare disseminata.

« all'indice del glossario