bilobalide

definizione

La bilobalide è un costituente principale dei terpenoidi presenti nelle foglie di Gingko Biloba: è responsabile di gran parte degli effetti neuroprotettivi degli estratti di Gingko Biloba, oltre a indurre gli enzimi epatici CYP3A1 e 1A2, che possono essere parzialmente responsabili delle interazioni tra Gingko Biloba e altri medicinali a base di erbe o farmaci; è stato recentemente scoperto che la bilobalide è un modulatore allosterico negativo per i recettori GABA, implicati nel funzionamento cognitivo e della memoria.

Assieme ai ginkgolidi sono i responsabili dell’azione neuroprotettrice e del miglioramento delle facoltà celebrali del Gingko Biloba.

« all'indice del glossario
Scroll Up